Loading...

Curriculum Vitae

Diego Lifonti

 

Lifonti inizia a lavorare nel 1985 presso la Alberto Galgano e Associati, il principale gruppo di consulenza indipendente a capitale interamente italiano. In Galgano entra in contatto con le logiche operative di una grande realtà di advisory in forte crescita. Successivamente passa in Summit/TMI, società di training & education specializzata nella comunicazione interna per il cambiamento e lo sviluppo della cultura aziendale. In Summit diventerà il più  giovane consultant e seminar leader sui temi della qualità del servizio, nell'ambito di progetti per clienti come Istituto Bancario San Paolo di Torino, Fiat Auto, le Camere di Commercio. Ha avuto in aula oltre 7.000 persone di ogni livello aziendale ed ha concluso questa esperienza scrivendo un libro, pubblicato nel 1995 da Franco Angeli, sulla relazione venditore-cliente nelle reti distributive al dettaglio.

Sempre nel 1995 entra in Burson-Marsteller per occuparsi di strategie di comunicazione interna per i clienti dell'agenzia. Nel giro di poco più di un anno diventa Director responsabile di tutti i servizi di  comunicazione istituzionale e inizia a progettare l'ingresso della società nella comunicazione finanziaria. Crea una nuova divisione denominata "BM Financial" e in pochi anni la porta nelle prime posizioni del mercato, con un track-record di svariate operazioni di quotazione in borsa, take-over, privatizzazione, oltre a numerosi clienti tra banche, società finanziarie e di gestione del risparmio. Tra il 2000 e il 2003 applica il modello divisionale specialistico ad altre aree dell'agenzia, dando impulso alla creazione della divisione di comunicazione technology BM Tech, al rilancio  delle marketing communications incorporando un nucleo di clienti e professionisti provenienti da un'altra società del gruppo WPP in Italia, e a un'agenzia di pubblicità istituzionale e finanziaria denominata Marsteller Advertising. Quando lascia la Burson per andare a costituire la funzione comunicazione in Banca Monte dei Paschi di Siena, alla fine del 2003, è già da tempo Managing Director e membro del Consiglio di Amministrazione.

In Banca Monte dei Paschi è Responsabile dell'Area Comunicazione con riporto al Presidente, Professor Pier Luigi Fabrizi. Disegna e implementa rapidamente la funzione,  con circa 23 collaboratori e responsabilità di governo e indirizzo della comunicazione per tutto il Gruppo. Il periodo 2004-2005 è caratterizzato dallo scandalo Parmalat e Lifonti si trova a  gestire l'impatto sui media delle criticità di alcuni prodotti della Banca 121 denominati "My Way" e "For You". Riuscirà a ristorare la reputazione della banca grazie a una politica  di apertura verso i media e a numerose iniziative di Corporate Social Responsibility, tra le quali spicca la prima partnership in ambito bancario con le principali Associazioni dei Consumatori, denominata  "Consumer Lab", tuttora in essere. Lifonti e i suoi collaboratori gestiscono inoltre la comunicazione intorno all'ipotesi strategica di unione di BMPS con la BNL, poi acquisita, dopo l'interesse di Unipol, da BNP Paribas. A maggio 2006, con l'uscita del presidente Fabrizi, da nove anni nel board, Lifonti ha passato il testimone al team di comunicazione del Presidente entrante.

Durante la gestione Lifonti, oltre ad annullare il danno d'immagine relativo ai prodotti My Way e For You, Banca MPS ha ottenuto importanti riconoscimenti per la sua comunicazione, tra i quali la seconda posizione per qualità dell'ufficio stampa in Italia tra le grandi banche quotate dopo Banca Intesa (indagine Makno su panel di redattori e capo-redattori, 2006) e numerosi premi per la campagna pubblicitaria "Le persone contano più dei numeri", realizzata con JWT, tra i quali il prestigioso "Premio San Bernardino" per la campagna più etica.

Dal 2006, oltre a dirigere Lifonti & Company e presiedere The Story Group – Nati per raccontarti, di cui L&C fa parte insieme con Cabiria BrandUnverse e Social Content Factory, Lifonti è docente in Comunicazione Finanziaria al Master in Media Relations dell'ALMED, l'Alta Scuola di Specializzazione in Media e Spettacolo dell'Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano.

Tra i clienti per i quali Lifonti e il suo team hanno lavorato in questi anni, spesso con riporto diretto al vertice aziendale, figurano Unicredit, Deutsche Bank, Banca Monte dei Paschi di Siena, Amazon, BTicino, E.ON, Prysmian Group, Generali Assicurazioni.

 

BACK

 

Utilizziamo i nostri cookies, e quelli di terzi, per migliorare la tua esperienza d'acquisto e i nostri servizi analizzando la navigazione dell'utente sul nostro sito web. Se continui a navigare, accetterai l'uso di tali cookies. Per saperne di più, consulta la nostra Politica sui Cookies.